Minaccia di morte la ex fidanzata, scatta divieto avvicinamento

Le scriveva messaggi con frasi come: ‘Ti faccio a pezzetti e ti metto in una bara’, e per spaventarla le inviava anche foto di cadaveri, scaricate dal web. Sono le minacce che un 34enne di origine romena rivolgeva alla ex fidanzata, una 36enne ucraina, non accettando la fine della relazione terminata nel 2021 dopo 10 anni. L’uomo, indagato per maltrattamenti e atti persecutori, è stato raggiunto dalla misura cautelare personale del divieto di avvicinamento, eseguita dai carabinieri della stazione Bologna San Ruffillo. L’indagine è nata dalla denuncia della donna che ad aprile 2022 si era rivolta ai militari per chiedere aiuto, perché l’atteggiamento dell’ex compagno le procurava uno stato di paura, per sé e per la figlia che i due hanno avuto durante la relazione. Ritornata in Ucraina per allontanarsi da lui, la 36enne si era vista costretta a rientrare in Italia, da sua madre, un anno fa dopo lo scoppio della guerra. A quel punto l’uomo aveva ripreso a pedinarla e minacciarla.