A Bologna i flash-mob sul cambiamento climatico, uomo si siede in mezzo a un incrocio – VIDEO

Nuovo flash-mob questa mattina a Bologna degli attivisti della rete Extinction Rebellion, che mettono in scena azioni silenziose per puntare l’attenzione sulla crisi climatica ed ecologica che -scrivono- ‘si sta facendo sempre più preoccupante senza che nessun governo stia prendendo le misure necessarie per affrontarla.’

In piazza Malpighi, all’angolo fra via San Felice e via Ugo Bassi, un uomo si è seduto in mezzo alla strada esibendo un cartello con la scritta: “Sono angosciato per il mio futuro e quello dei miei figli a causa del cambiamento climatico”. La protesta ha creato qualche disagio alla circolazione fino a quando, anche per tutelare l’incolumità dell’attivista, le forze dell’ordine sono intervenute e lo hanno spostato ‘di peso’ dall’incrocio. Un altro attivista si è posizionato sotto il portico di via Rizzoli con un differente cartello: “Ho deciso che non avrò figli a causa della crisi climatica ecologica”.

Nei giorni scorsi, altre proteste e flash-mob erano stati organizzati in zona Fiera. A partire dal 1° giugno, la rete di Extinction Rebellion ha dato vita a una serie di azioni in molti paesi e città d’Europa, che culmineranno con 3 giorni di proteste in Cornovaglia dove si terrà il vertice del G7 (11-13 giugno).

Ecco il video dei due flash-mob di stamattina: