Da lunedì primo luglio sarà attivo il velox in viale Cavina dopo quelli di viale Berti Pichat, viale Lenin e viale Togliatti. L’obiettivo di ridurre le infrazioni ai limiti della velocità che possono causare incidenti o aggravarne l’esito. Come anche negli altri casi i velox saranno due, uno per senso di marcia; è il quarto tratto stradale, dei 5 tratti stradali autorizzati dalla Prefettura a luglio 2023, dove sono stati attivati velox. Il controllo della velocità nell’ultimo tratto stradale autorizzato, viale Sabena, sarà avviato entro l’estate.
In conformità alla normativa vigente, sono stati installati i segnali di preavviso e di indicazione dei dispositivi fissi di “rilevamento elettronico della velocità” contraddistinti dal simbolo della Polizia Locale, nei due sensi di marcia e su entrambi i lati della semicarreggiata. Anche in viale Cavina non mancheranno le segnaletiche per informare gli automobilisti della presenza dei nuovi dispositivi e contenere il più possibile le sanzioni: ci sono pannelli che ricordano ai conducenti il limite di velocità di 50 km/h previsto dotati di dispositivi lampeggianti e di display che visualizzano la scritta “rallenta”; o segnali temporanei di preavviso di “rilevamento elettronico della velocità” con fondo giallo che evidenzieranno ulteriormente e per un certo periodo di tempo la presenza dei dispositivi e i rallentatori ottici e acustici. Stando all’indagine svolta dall’amministrazione comunale sulle strade con il valore più alto di densità di incidentalità nel periodo 2016-2021, è emerso che viale Cavina risulta tra quelle con il maggior numero di incidenti con lesionati. È stata infatti teatro di 17 incidenti che hanno provocato 21 feriti e 2 morti. Gli ultimi dati sull’incidentalità relativi al 2022 e al 2023 (dati provvisori) confermano la pericolosità di questa strada registrando 4 incidenti con 6 feriti.
L’elevata velocità tenuta su viale Cavina può essere causa o aggravare l’esito degli incidenti che avvengono alle rotatorie Decorati al Valor Militare e Verenin Grazia. Includendo nell’analisi anche queste rotatorie, il periodo 2016-2021 vede complessivamente 102 incidenti con 114 feriti e 3 morti. I dati relativi al periodo 2022 e 2023 (dati provvisori) mostrano ulteriori 32 incidenti con 34 feriti e 4 morti