Più centro di Bologna di così non si può e i ladri, incuranti di telecamere di sorveglianza e di essere a due passi da piazza Maggiore, hanno colpito due negozi in pieno Quadrilatero: la profumeria Jo Malone in via dell'Archiginnasio, sotto il portico del Pavaglione, e poco lontano il negozio di abbigliamento Sun68 in via De'Toschi. In entrambi i casi si è trattato di furti con 'spaccata', con la tecnica ormai consueta: un blocco di cemento, preso da qualche cantiere stradale, usato per sfondare la vetrina ed entrare.

Nella boutique di via De' Toschi sono stati portati via una decina di capi che erano esposti, infilati dai ladri nei sacchi per la raccolta differenziata che i commessi tengono dietro il bancone. Copione simile per il furto nella profumeria che si trova sotto il Pavaglione: anche qui, dopo avere sfondato la grande vetrata all'ingresso con un blocco in cemento, sono stati trafugati diversi prodotti dalle vetrine. Al bottino si aggiunge, come si sempre in questi furti, il danno ai negozi con la necessità di sostituire vetrate molto costose e tempi lunghi per la riparazione che richiedono, come nel caso della profumeria, la presenza di una vigilanza costante finché l'ingresso non sarà ripristinato.

Per le indagini, fondamentali saranno al solito le immagini dei tanti impianti di videosorveglianza di questa zona del centro. Il fenomeno delle 'spaccate' aveva creato un notevole allarme nei mesi scorsi a Bologna, con decine di episodi ai danni di negozi, bar e ristoranti. La polizia aveva individuato e arrestato alcuni autori di questi furti ma, dopo una breve tregua, ora sembra che il problema sia di nuovo all'ordine del giorno.