A raccontare a E’tv l’odissea, vissuta da un centinaio fra pendolari e turisti sulla linea ferroviaria Porrettana, è Lorenzo Carboni che stava tornando a casa, da Bologna a Porretta. Come lui tanti altri viaggiatori, anche anziani, rimasti bloccati a causa di un guasto a una infrastruttura fra Pioppe di Salvaro e Vergato. Un disagio cominciato qualche minuto prima delle 21 e terminato solo verso mezzanotte, quando ormai tanti si erano arrangiati facendosi venire a prendere da amici o parenti. Un’altra videosegnalazione è arrivata da Paolo Grazzini, un turista di Cutigliano (provincia di Pistoia), che con la moglie stava rientrando da una vacanza in bici in Alto Adige. Sarebbero dovuti arrivare a casa verso le 22.30, invece sono rientrati alle 03,30 di notte -ci ha raccontato- dopo aver accettato un passaggio. Quello che i viaggiatori lamentano è soprattutto la mancanza di informazioni e assistenza.

Trenitalia, contattata dalla nostra redazione, ha spiegato che il guasto all’infrastruttura ha riguardato un componente che serve a garantire il distanziamento automatico fra i treni e quindi la sicurezza. Per questo è stato necessario interrompere il traffico per fare intervenire una squadra di tecnici che ha sostituito il pezzo. I ritardi hanno sfiorato le tre ore e ci sono state anche tre cancellazioni (una totale e due paerziali). Purtroppo -spiega ancora Trenitalia- non è stato possibile reperire bus sostitutivi in quella fascia oraria. E’ stato organizzato invece un collegamento in taxi per riportare a casa alcune giovani minorenni. A complicare la serata c’è stato, tra l’altro, anche un atto vandalico su un treno fermo a Vergato, dove alcuni ragazzini hanno scaricato un estintore a bordo di una carrozza. Sono intervenuti i carabinieri, che li hanno identificati, ma per accertare le loro eventuali responsabilità bispognerà aspettare l’analisi delle telecamere di sorveglianza.