Dal centro di Bologna alla Bolognina, nelle strade e nelle piazze della movida. Da inizio anno a oggi, la guardia di finanza di Bologna ha passato al setaccio locali ed esercizi rilevando 100 sanzioni, all'interno di alcune attività sono stati scoperti anche 15 lavoratori in nero. Le irregolarità hanno riguardato soprattutto la somministrazione di cibo e bevande, in vendita da parte di alcun ambulanti, e la vendita di frutta e verdura. Durante alcuni accertamenti, le fiamme gialle hanno proposto la chiusura dell’attività alla Direzione provinciale del lavoro, poiché all'atto dell'accesso dei militari, erano presenti lavoratori irregolari in misura superiore al 10% di quelli regolarmente assunti. Nell’ambito dei controlli è stata verificata anche la corretta applicazione della normativa in materia di sicurezza prodotti, sequestrando circa 17.500 prodotti non in linea con la normativa dettata dal Codice del Consumo.

 

(solo immagini)