Sono in buona salute e sono pronti per essere adottati Mirtilla e Apollo, i due cuccioli che a metà maggio scorso sono stati gettati nella campana del vetro come rifiuti a Ozzano dell’Emilia. Ora hanno poco più di un mese dopo le cure ricevuta prima dall’Università di veterinaria di Ozzano e poi da due sorelle, Lucrezia e Sofia, che si sono presi cura di loro. I due cuccioli sono stati salvati prima dall’operatore ecologico che la stava svuotando la campana di vetro dei rifiuti e ha sentito un flebile guaito e poi dalle persone che se sono prese immediatamente cura. LNDC Animal Protection, che appena appresa la notizia ha immediatamente sporto denuncia, si augura che le indagini in corso possano trovare il colpevole e che questo reato sia punito ai sensi di legge. “Un gesto ignobile e spregiudicato che denota una totale insensibilità alla vita oltre a una cieca crudeltà”, ha argomentato la presidente LNDC Piera Rosati. Mirtilla e Apollo stanno crescendo e l’associazione vuole fare eco alla ricerca delle due ragazze per trovare una nuova famiglia a uno dei due (scrivendo a lucrezia.fabbri@studio.unibo.it) e, come ha già annunciato, continuerà a seguire da vicino la vicenda augurandosi che possano emergere dalle indagini in corso filmati o testimonianze che inchiodino il colpevole due morti scampate per miracolo.