Picchia la compagna, braccialetto elettronico per un 27enne

I Carabinieri di Castello d’Argile hanno eseguito un’ordinanza di allontanamento dalla casa familiare e divieto di avvicinamento alla vittima, con l’applicazione del braccialetto elettronico, nei confronti di un 27enne di origine ucraina, indagato per maltrattamenti alla fidanzata.

Le indagini sono state avviate in seguito a un intervento del 28 maggio scorso, quando i militari erano andati a casa del 27enne dopo una telefonata al 112 che segnalava una lite in famiglia. Era emerso che il giovane aveva aggredito la compagna, connazionale, durante una discussione scaturita per banali motivi familiari. La ragazza, che per le botte era finita al pronto soccorso (prognosi di 7 giorni), ha poi deciso di denunciare il compagno. I Carabinieri hanno ricostruito che, negli ultimi tre anni, il 27enne si era reso più volte protagonista di aggressioni e violenze psicologiche ai danni della compagna.