Minacce di morte alla suocera, che secondo lei ostacolava la sua relazione con il figlio. Oltre a questo anche insulti, sputi, spintoni e, dulcis in fundo, il tentativo di screditarla pubblicando foto della donna su un sito di incontri. 
A mettere in atto questi comportamenti è stata, secondo l'accusa, una 24enne di origine sudamericana che abita a Bologna. La suocera invece è una 48enne di Rimini ed è dalla sua denuncia che è partita l'indagine che ora vede la ragazza accusata di stalking e lesioni. I fatti risalgono al 2022 quando la 24enne, fidanzata con un coetaneo riminese con il quale ha anche avuto una figlia,  ha cominciato a sentirsi osteggiata dalla suocera, che non vedeva di buon occhio la relazione. "Se fai finire la mia storia con tuo figlio, sei una donna morta" le avrebbe detto in un'occasione. Non solo: secondo la denuncia della 48enne, la nuora l'avrebbe anche aggredita e malmenata, introducendosi con la forza nel suo appartamento perché l'accusava di non farle vedere la bimba, nata dalla relazione con il figlio. La ragazza, rinviata a giudizio, ora è a processo per atti persecutori e anche con l'accusa di lesioni perché dopo uno spintone la 48enne aveva riportato un trauma. Tra le condotte contestate alla 24enne c'è anche la pubblicazione su un sito di incontri della foto della suocera, descritta nel finto annuncio come una donna sposata che cercava nuove relazioni.