L’urlo di Zirkzee è l’urlo della città intera; il coro dei giocatori a Casteldebole è lo stesso della gente; i 10 mila di piazza Maggiore e l’Orsolini sui tetti. Cronaca di una delle notti più magiche di sempre dove i confini tra sogno e realtà hanno il colore della maglia del Bologna