“Il fascismo è finito 80 anni fa, si vuole continuare a dividere la società su un argomento morto e sepolto, la patente di antifascismo non serve a nulla, perché non viene chiesta una dichiarazione di aderenza ai valori di libertà e di onestà”: lo ha detto il generale Vannacci che a Medicina ha presentato il suo ultimo libro.