Quattro ingegneri, professori esperti di meccanica, idraulica, costruzioni e sistemi elettrici saranno chiamati ad aiutare gli inquirenti a fare luce su quello che è successo il 9 aprile alla centrale idroelettrica di Bargi, sul bacino di Suviana. La Procura, al lavoro per chiarire le cause dell'incidente in cui sono morti 7 operai, nei prossimi giorni proseguirà l'analisi delle scatole nere, prelevate dal sito, e l'audizione dei testimoni.