L’Orchestra Senzaspine porta in scena al Teatro Duse di Bologna, Sabato 27 e Domenica 28 aprile ‘La Cenerentola’, melodramma giocoso in due atti di Gioachino Rossini su libretto di Jacopo Ferretti. Sul podio il M° Tommaso Ussardi, alla regia Giovanni Dispenza. Lo spettacolo si tiene in collaborazione con Coro Lirico Sinfonico Colsper e fa parte della rassegna DUSEgiovani. Composta da Rossini nel 1817, ‘La Cenerentola’ è una rivisitazione dell'omonima fiaba di Charles Perrault. L'adattamento di Ferretti introduce, infatti, un tocco di originalità alla trama tradizionale: la matrigna diventa il buffo Don Magnifico, la fatina è sostituita dal saggio filosofo Alidoro e al posto della scarpetta di cristallo compare uno ‘smaniglio’, un braccialetto che Cenerentola lascia all'amato principe Don Ramiro, prima di fuggire dal palazzo. L'essenza della storia rimane però intatta: l'amore, la gentilezza e la bontà trionfano sempre, come da tradizione rossiniana. Questo tipo di narrazione si riflette nelle scelte del regista Giovanni Dispenza che allestisce sulla scena un gigantesco libro pop-up, illustrato da Francesca Lelli e arricchito dai contributi video a cura di Daniele Poli. Si tratta di un elemento interattivo che prenderà vita accompagnando il viaggio dei personaggi in scena. Per il M° Ussardi “La Cenerentola’, conosciuta come una delle opere di Rossini più difficili dal punto di vista musicale – sia strumentale che vocale – sarà un’importante prova di bravura per tutta l’Orchestra Senzaspine e per i talentuosi cantanti selezionati. L’intra-titolazione dell'opera è fornita da FIADDA Emilia-Romagna, Associazione per i diritti delle persone sorde e famiglie. Per tutti gli spettacoli della Stagione 2024, inoltre, Senzaspine offre un sistema di diffusione audio che si collega agli impianti cocleari. Il servizio è accessibile tramite sistema WiFi. Per informazioni e prenotazioni: biglietteria@senzaspine.com