Mentre proseguono le operazioni di svuotamento dell’acqua nella centrale di Bargi, va avanti l’inchiesta della procura di Bologna per accertare le cause dell’esplosione che ha causato la morte di sette persone. L’ipotesi sempre più plausibile è che la tragedia sia stata causata da un problema all’alternatore. Intanto martedì in Sicilia, in provincia di Messina, il funerale della vittima più giovane, Vincenzo Franchina di 36 anni.