Non disporremo inutili autopsie sulle vittime, ma solo un accertamento esterno, anche per liberare il prima possibile le salme e consentire ai familiari di fare i funerali.  Lo ha detto il procuratore capo di Bologna, Giuseppe Amato, facendo il punto delle indagini sulla strage di Suviana. Si faranno accertamenti su appalti e subappalti, ma non sarà posta sotto sequestro l'intera centrale elettrica, eventualmente solo i due piani dove si è verificato l'incidente.