Tecnomeccanica, l’azienda di Novara che tratta in esclusiva con Marelli per rilevare lo stabilimento di Crevalcore, punta a entrare nello stabilimento dal l’1 Giugno. Se l’operazione andrà a buon fine, nel 2025 i dipendenti saliranno dai 152 attuali ai circa 304 delle due realtà. Il fatturato passerà dai 28 milioni della sede piemontese a circa 50 complessivi, di cui 32 a Crevalcore, che beneficerà di tre elementi. Il primo è quello delle lavorazioni di pressofusione già presenti nel sito, che subirà una drastica trasformazione grazie a investimenti nell’automazione e in nuove presse. Il secondo è l’inserimento di produzioni che attualmente fanno capo a Tecnomeccanica, la cui capacità è satura. Il terzo è l’arrivo di una dozzina di centri di lavorazione dallo stabilimento di Argentan in Francia, che verrà chiuso. A tracciare la linea è l’amministratore delegato e titolare di Tecnomeccanica Simone Ferrucci, che ha incontrato a Bologna, nella sede della Regione, l’assessore al lavoro Vincenzo Colla, i rappresentanti sindacali dei dipendenti e la dirigenza di Marelli.