Imola: si avvicina alla ex e fa scattare l’allarme del ‘braccialetto elettronico’

Ha violato il divieto di avvicinamento alla ex convivente, facendo scattare l’allarme del braccialetto elettronico che ha rilevato una distanza di circa 100 metri dalla donna, ben inferiore a quella di 500 metri che avrebbe dovuto mantenere.

Per questo, i carabinieri di Imola hanno arrestato un 51enne italiano, già indagato per atti persecutori nei confronti della ex compagna. L’uomo da gennaio era stato sottoposto al divieto di avvicinamento alla vittima, una quarantenne anche lei italiana, con l’applicazione del dispositivo di controllo collegato alla Centrale Operativa dei Carabinieri di Bologna.

Sabato sera il sistema ha inviato un’allerta che informava di una violazione della ‘zona protetta’ da parte del 51enne. Avvisati della situazione, i militari della sezione Radiomobile di Imola hanno fatto le necessarie verifiche e si sono messi alla ricerca dell’uomo, trovandolo in un bar poco lontano dall’abitazione della donna, che si trovava in casa. Il 51enne è stato trattenuto agli arresti domiciliari, in attesa del giudizio in Direttissima.