Di nuovo in piazza per dire NO alle nuove scuole Besta di Viale Aldo Moro. Questo pomerigio diverse centinaia di persone si sono ritrovate in piazza XX Settembre per sfilare in corteo fino al Parco Don Bosco – che circonda le Besta – passando per piazza dell'Unità e le vie Ferrarese, Creti, Stalingrado e Via del lavoro – con corone di alloro sulle teste e foto degli alberi al collo. Ci sono anche associazioni ambientaliste, sindacati di base e altri comitati cittadini che si battono su temi ambientali, No Passante, sigle della sinistra radicale, ragazzi del mondo antagonista e delle lotte contro il cambiamento climatico e anche bambini. Il filo conduttore della manifestazione: l'opposizione al "cemento" voluto dall'amministrazione "Lepore-Clancy" (in un cartello il sindaco diventa "Dart Lepore", il cattivo di Star Wars). Presente, tra gli esponenti politici, anche la consigliera regionale dei Verdi Silvia Zamboni. Il Comitato Besta considera inutile, imposta e dannosa la decisione di radere al suolo le Besta e il parco Don Bosco. Quanto ai residenti favorevoli all'apertura del cantiere delle nuove Besta la risposta del portavcoce del Comitato Gianni De Giuli è secca: "Loro hanno raccolto 60 firme, noi ne abbiamo 2.600".