Rubata nel 1995, è stata finalmente ritrovata la Ferrari 512M Testarossa rossa che apparteneva al ferrarista Gerhard Berger. L'annuncio è venuto da Scotland Yard e ha messo la parola fine ad un giallo lungo quasi 30 anni. Il furto fece scalpore perchè avvenne durante il Gran Premio di San Marino a Imola e perchè oltre alla fuoriserie dell'austriaco i ladri, probabilmente gli stessi, sparì anche una '355 B' di colore grigio che apparteneva a Jean Alesi. I due piloti – che in quella gara ottennero il secondo e il terzo posto al volante delle Ferrari dietro al britannico della Williams Damon Hill – andarono insieme a denunciare l'accaduto.

La Testarossa venne rubata all'esterno dell'hotel dove alloggiavano i piloti, l'altra vettura si trovava nel garage. Il valore complessivo dei due veicoli era allora di circa mezzo miliardo di lire La polizia metropolitana londinese ha avviato un'indagine a gennaio dopo aver ricevuto una segnalazione da parte della Ferrari, che aveva effettuato controlli su un'auto acquistata da uno statunitense tramite un broker britannico nel 2023, che rivelavano che era stata rubata.

Gli agenti hanno scoperto che la Testarossa era stata spedita in Giappone poco dopo essere stata rubata a Berger e poi portata nel Regno Unito alla fine dello scorso anno, quindi la polizia ne ha preso possesso. La Testarossa è valutata ora 350mila sterline, oltre 400mila euro.