Sarebbe partito dal frigorifero l'incendio che è costato la vita a un uomo di 69 anni, Fortunato Brunello, morto asfissiato in tarda mattinata nella sua abitazione in via Gramsci a Boschi di Baricella. I Vigili del fuoco, partiti con diverse squadre da Bologna e dal distaccamento di San Pietro in Casale, sono intervenuti verso le 12.30 dopo le chiamate di alcuni vicini, allarmati per il fumo che usciva dall'appartamento al primo piano di una palazzina. Quando i pompieri sono entrati nella casa, hanno trovato l'uomo riverso a terra in camera da letto. I soccorritori del 118 hanno potuto solo constatare il decesso del pensionato, che abitava da solo. A ucciderlo non sono state ustioni, ma il fumo che ha respirato probabilmente mentre tentava di spegnere le fiamme, che sarebbero partite dal frigorifero in cucina, non è chiaro se per un guasto o un corto circuito. A scopo precauzionale, i vigili del fuoco hanno evacuato temporaneamente alcune famiglie dalla palazzina, anch'essa invasa dal fumo. Sul posto sono intervenute anche pattuglie della polizia locale e i carabinieri, ora al lavoro per ricostruire con precisione le cause dell'incendio. Proprio per svolgere i necessari accertamenti, l'appartamento è stato posto sotto sequestro.