Detenuto appicca fuoco alla cella, due poliziotti intossicati

Un ispettore e un agente della polizia penitenziaria in servizio al carcere bolognese della Dozza sono rimasti lievemente intossicati, a seguito di un incendio appiccato da un detenuto. Ne dà notizia il sindacato Sappe, spiegando che il recluso ha dato fuoco alla stanza dove era ristretto, provocando una forte coltre di fumo, per cui si è reso necessario evacuare l’intera sezione detentiva. Nel corso delle operazioni- affermano Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del Sappe e Francesco Campobasso, segretario nazionale – un ispettore e un agente sono rimasti intossicati e hanno dovuto fare ricorso alle cure ospedaliere, ricevendo cinque e due giorni di prognosi. Un episodio analogo si era verificato alla Dozza anche un paio di settimane fa, quando erano rimaste intossicate sette persone.