Attività sospesa e multa per circa 60 mila euro: è quanto disposto dai carabinieri del nucleo tutela del lavoro e l'ispettorato del lavoro che hanno denunciato alla Procura di Bologna per lavoro nero e gravi violazioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro