Sono da accertare le cause di un incendio scoppiato, verso le 19 di ieri, nei locali di una palestra in via Ugo Lenzi, zona Paladozza, nel centro di Bologna. All'interno della struttura, che era chiusa e con le serrande abbassate, c'era il titolare, un uomo di 56 anni soccorso e portato in salvo dai vigili del fuoco, che per entrare hanno dovuto tagliare le serrande e sfondare le vetrine. L'uomo, leggermente intossicato, è stato trasportato dal 118 in ospedale per accertamenti.

A dare l'allarme è stato un professionista che ha lo studio nello stesso edificio e che ha visto il fumo uscire dalle finestre della Gym Republic. Sul posto è intervenuta anche la polizia, che insieme ai vigili del fuoco ha avviato accertamenti con la Scientifica per ricostruire con precisione le cause dell'incendio, per il quale non sarebbe esclusa una origine dolosa.

La palestra da qualche tempo era chiusa e il 12 febbraio scorso il gestore aveva comunicato, sulla pagina Facebook della struttura, che lo stop era dovuto a una malattia del manager e a carenze di personale, assicurando i clienti che sarebbero stati risarciti. Nelle settimane precedenti erano comparse altre comunicazioni, per smentire presunte chiusure e ispezioni della Finanza. Cartelli dello stesso tenore erano stati affissi anche alle serrande della Gym Republic.