Braccialetto elettronico per 35enne che perseguita la ex fidanzata

Divieto di avvicinamento, con l’obbligo di mantenere una distanza di almeno 500 metri e l’applicazione del dispositivo elettronico. E’ la misura cautelare eseguita dai carabinieri di Imola nei confronti di un uomo di 35 anni, indagato per atti persecutori e minacce alla ex fidanzata, di un anno più giovane. Il provvedimento è stato emesso dal Gip di Bologna, su richiesta della Procura, a seguito della denuncia presentata lo scorso 4 febbraio dalla donna, che ha raccontato ai carabinieri i comportamenti aggressivi dell’ex compagno.

Lo scorso ottobre lei aveva deciso di interrompere la relazione, iniziata nel 2018, a causa della gelosia ossessiva dell’uomo, che cercava di isolarla dagli amici e dai familiari. In alcune circostanze le aveva messo le mani addosso, prendendola a schiaffi, oltre a offenderla e minacciarla. Non accettando la decisione di lasciarlo, negli ultimi mesi il 35enne aveva iniziato a inviarle messaggi a ripetizione, a presentarsi sul suo luogo di lavoro e ad appostarsi sotto casa di lei, tanto da provocare nella donna un forte stato d’ansia. (ANSA).