L’utilitaria ha sbandato, finendo sul marciapiede dal lato opposto della carreggiata, dove ha investito un anziano pedone, non prima di avere abbattuto alcuni paletti e una colonnina dell’Enel. Un incidente grave, ma che poteva finire anche peggio, quello successo intorno a mezzogiorno in via Massarenti, a Bologna.

Ad essere travolto è stato un uomo di 75 anni, mentre era su un marciapiede che tra l'altro era protetto da una serie di paletti cosiddetti 'parapedonali', che servono appunto anche a proteggere gli utenti deboli della strada, come i pedoni. Le sue condizioni sono serie, ma per fortuna non gravissime. La vettura -una Volkswagen Polo condotta da una donna- stava procedendo su via Massarenti in direzione centro quando, poco dopo l’incrocio con via Manfredi, per cause da chiarire ha sbandato a sinistra, invadendo la corsia opposta (dove non sopraggiungevano altri veicoli) e poi piombando sul marciapiede.

Le immagini descrivono quello che è successo: l'auto ha abbattuto alcuni paletti e fatto saltare una colonnina dell'Enel, prima di finire addosso al pedone. Il 75enne investito è stato soccorso dal 118, sul posto con ambulanza e automedica. Sembrava in condizioni critiche, ma dopo le prime cure prestate sul posto è stato portato in ospedale in codice due, di media gravità. Incolume la donna alla guida della Polo. Sul posto le pattuglie della polizia locale, per i rilievi di legge e per ricostruire la dinamica dell’incidente. In quel tratto di via Massarenti, come appare dalle mappe del Comune, vige il limite dei 30 km orari. A quanto risulta, dai primi accertamenti non è stato possibile stabilire con certezza a che velocità andasse la macchina. La conducente, come è prassi in quest casi, è stata sottoposta ai test per verificare se fosse alla guida dopo avere assunto alcol o droghe.