Due bolognesi ricordano l’avvenimento con un libro che ha anche un importante obiettivo di solidarietà per la Casa dei Risvegli Luca De Nigris