Al termine della cerimonia in Corte d'Appello, per l'inaugrazione dell'anno giudiziario, il procuratore Oliviero Drigani ha fatto il punto sugli avvenimenti del 2023 e, in particolare, sul fenomeno della criminalità giovanile