Si dichiara decisamente contrario a Bologna Città 30 Mattia Strangi, docente di ricostruzione degli incidenti stradali alla facoltà di Ingegneria di Bologna e consulente di molte procure in Italia. “Andare a 30 all'ora aumenterà la distrazione e aumenteranno gli incidenti, meglio investire in infrastrutture e manutenzione delle strade, le buche sono molto più pericolose, per non parlare degli incidenti che si verificheranno a causa delle rotaie del tram”.