Stavolta a far scoppiare il “casus belli” è una pista ciclabile tra via Po e via degli Orti che costituisce intralcio ai clienti di una farmacia e ai pazienti di un vicino centro medico