Alcuni carri di un treno merci di una compagnia privata, che era fermo a Lavino, alle porte di Bologna, sono usciti dai binari, dopo che il treno, per cause da chiarire, si è mosso durante una sosta sulla linea convenzionale Bologna-Milano, causando pesantissimi ritardi alla circolazione. Secondo le prime ricostruzioni, il treno è uscito dai binari di un'area di sosta. Non trasportava merci pericolose, nessuno si è fatto male e non ha danneggiato la linea su cui viaggiano gli altri treni, ma ha tranciato alcuni cavi che sono funzionali alla circolazione ordinaria. La linea fra Lavino e Castelfranco (Bologna-Modena) è stata chiusa dalle 10.30 alle 12,15, poi è stata riaperta con limitazioni: alcuni treni sono stati cancellati altri hanno accumulato ritardi anche di 120 minuti. Si tratta soprattutto di regionali e Intercity, visto che i treni ad Alta velocità percorrono un'altra linea. I tecnici di Rfi sono a lavoro per ripristinare la situazione, ma i ritardi sono destinati a rimanere perché nell'area interessata la circolazione viaggia a velocità molto ridotta.