Un breve video descrive alcune fasi dell'intervento, l'ennesimo, portato a termine dalla polizia in Piazza XX Settembre, a Bologna: l'arresto, piuttosto movimentato, di uno spacciatore che per tentare di sfuggire alla cattura ha anche aggredito e ferito un agente.

Tutto è successo venerdì mattina. A cercare di controllare il pusher, che si rivelerà essere un 23enne nigeriano, sono stati gli agenti della volante San Francesco, dopo averlo visto cedere un involucro a un passante, che si è subito dileguato alla vista della pattuglia. Anche lo spacciatore ci ha provato, ma è stato inseguito e bloccato, dopo aver opposto strenua resistenza e avere fatto cadere a terra uno dei poliziotti, l'autista della volantem costretto poi a farsi medicare ak pronto soccorso (7 giorni la prognosi). Addosso al 23enne sono stati trovati una 20ina di grammi fra hascisc e marijuana e 230 euro. Portato in questura, ha lamentato dolori addominali provocati, come si è scoperto dopo una tac, da un altro involucro di droga che aveva ingerito. L'arresto, per possesso di stupefacenti, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale, è stato convalidato e il giudice ha disposto per lui l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria due volte a settimana.

L'episodio di venerdì è solo l'ultimo della serie in una zona, quella di piazza XX Settembre e dei dintorni della stazione, dove scene di spaccio, risse e accoltellamenti sono ormai all'ordine del giorno, come da tempo evidenziano residenti e commercianti della vicina Galleria 2 Agosto. In un altro video, si vede l'ennesima zuffa scoppiata martedì sera proprio davanti all'ingresso della galleria commerciale: due uomini cominciano a litigare e si mettono le mani addosso, poi le cose degenerano e coinvolgono anche altre persone, tra cui uno che usa una stampella per minacciare gli avversari. Urla, pugni e spintoni vanno avanti alcuni minuti, poi la situazione torna alla normalità, questa volta senza conseguenze gravi.