Il Questore di Bologna ha fatto chiudere per 30 giorni un bar in zona Bolognina, sospendendo le licenze per motivi di sicurezza pubblica. La decisione -spiega la stessa polizia- è stata presa a seguito di gravi eventi avvenuti nel corso dei controlli all’interno del locale, dove la maggioranza dei presenti risultava con precedenti. Alcuni avventori hanno manifestato un atteggiamento ostile nei confronti degli agenti, in particolare verso l’unità cinofila che cercava di effettuare i controlli antidroga necessari a seguito della segnalazione del cane. Segnalazione avvalorata dal forte odore di cannabis che si avvertiva. Il controllo -prosegue la questura- non è stato in nessun modo agevolato da chi lavorava nel locale.

Al provvedimento di chiusura c'è già una replica dei gestori del locale, il pub Sunshine di via Nicolò dall'Arca, che in un post su Facebook contestano la ricostruzione della polizia e parlano di "accanimento" nei loro confronti, oltre ad annunciare un ricorso. "Non è vero che non abbiamo collaborato -scrivono- inoltre come fanno a contestarci l'odore di cannabis senza averla trovata o senza aver trovato clienti che la fumavano?"

(solo immagini)