Per ora è un vero ‘giallo’ la morte di una donna italiana di 52 anni, Francesca Migliano, il cui cadavere in avanzatissimo stato di decomposizione è stato trovato in un appartamento in via Cartoleria, nel centro di Bologna. Il decesso risalirebbe infatti ad alcune settimane fa e in casa con la vittima c’era anche il suo cane che, rimasto chiuso per tanti giorni, ha contaminato in diversi punti il cadavere e l’intero appartamento.

A fare la tragica scoperta è stata l’anziana madre della 52enne, che non avendo sue notizie e dopo avere tentato invano di contattarla, è andata a controllare. Entrata ha visto il corpo riverso sul pavimento della sala e ha subito dato l’allarme al 112.

I carabinieri della compagnia Bologna Centro e della Sezione Investigazioni Scientifiche hanno svolto un lungo sopralluogo nell’abitazione di via Cartoleria, proprio accanto al Teatro Duse. Al termine è stata disposta l’autopsia, per chiarire se si sia trattato di un decesso per cause naturali o di un delitto. Non sarebbero stati trovati segni di effrazione ma, viste le condizioni del corpo e della casa, con tracce di sangue in vari punti, non viene esclusa l’ipotesi di un omicidio. A quanto si apprende, la vittima lavorava in casa dove riceveva i propri clienti.