Proseguono gli accertamenti dopo l'esposto, presentato dall'Auls, a seguito dei sette malori che si sono verificati nella centrale del 118 Bologna-Est. Nei giorni scorsi i carabinieri del Nas sono stati nella palazzina che ospita la centrale e hanno sequestrato telefoni e pc di uno dei coordinatori, notificandogli un avviso di garanzia, a quanto pare per lesioni e stalking. Non risultano, al momento, misure cautelari. L'esposto riguardava sette episodi avvenuti tra la primavera e l'estate 2023: l'ipotesi è che sia stato somministrato di nascosto uno psicofarmaco dall'effetto sedativo. Il direttore generale dell'Ausl Paolo Bordon ha spiegato che la persona indagata è stata spostata ad altro incarico, in attesa dell'evoluzione degli accertamenti coordinati dalla Procura.

 

(solo immagini)