Dopo il caso Modena, la retorica anti-Ucraina del Cremlino arriva a Bologna con la proiezione del film "Il testimone", lungometraggio finanziato da Putin per giustificare l'aggressione brutale