In Emilia-Romagna "c'è un problema grandissimo legato alla distrazione in strada". E per questo motivo, spiega il presidente dell'Osservatorio regionale per l'educazione alla sicurezza stradale Mauro Sorbi, "con la Regione promuoviamo la campagna 'Ma ne vale la pena? Sulla strada distrarsi non è mai una buona idea'", nell'ambito della quale "oltre a regalare dei gadget come caschi per i ciclisti e un etilometro monouso sottoponiamo dei quiz alle persone, perché vorremmo sapere perché accade, ad esempio, che quando uno si trova in auto o in moto si distragga, o da pedone attraversi la strada in diagonale, pur sapendo che questi comportamenti possono provocare degli incidenti".
Questa mattina la campagna di sensibilizzazione fa tappa in via Rizzoli a Bologna, con un gazebo dove sono presenti anche dei rappresentanti delle Forze dell'ordine. Purtroppo, afferma SORBI, "siamo preoccupati, perché nonostante le tante campagne sulla sicurezza stradale il problema della distrazione rimane, e aumenta il numero degli incidenti autonomi, vale a dire quelli come le uscite di strada". Un altro problema grave, aggiunge, "è quello degli incidenti alcol-correlati, ed è per questo che oggi regaliamo anche un etilometro monouso". Da parte sua, l'assessore regionale alla Mobilità Andrea Corsini auspica che "questa campagna possa educare e sensibilizzare i cittadini al rispetto del Codice della strada, specialmente nei confronti degli utenti deboli". In quest'ottica, sottolinea l'assessore rimarcando l'utilità dei quiz proposti ai passanti, "è importante raccogliere elementi dai cittadini, che per noi potrebbero essere importanti per costruire le campagne di educazione e di sensibilizzazione".