La miglior gestione degli animali nei centri urbani bolognesi? I meriti vanno a Castel di Casio e a San Giovanni in Persiceto, rispettivamente Appennino e 'Bassa' bolognese. A premiare le due amministrazioni è il XII rapporto di Legambiente che ha analizzato i dati 2022 relativi alle performanee di Comuni e Aziende sanitarie nella gestione degli animali nei centri abati. Sono stati tanti gli indicatori di qualità che sono emersi dal questionario, composto da 28 domande.

Le informazioni raccolte Legambiente sono state raggruppate in macroaree di indagine: quattro per le Amministrazioni comunali con 30 indicatori. Si a dal quadro delle ségole alle risorse economiche impegnate e risultati ottenuti , dall'organizzazione delle strutture e servizi per i cittadini alle attività di controllo. In quest'ultima macroarea si è distinto Castel di Casio: primo miglior risultato nella valutazione dei 6 indicatori tra tutti i 552 comuni che hanno fornito dati. Mentre San Giovanni in Persiceto ha ottenuto miglior risultato nella valutazione dei 12 indicatori relativi all'organizzazione/servizi offerti al cittadino Al questionario ha risposto il 7% del campione scelto tra le Amministrazioni comunali, pari al 21,9% della popolazione italiana e raggiungono una performance uguale o superiore alla sufficienza 218 città su 552.