Bologna si piazza al primo posto nel 16/° rapporto di Euromobility sulla mobilità sostenibile nelle principali 50 città italiane. Si tratta di una ricerca che premia le azioni messe in campo per garantire una migliore qualità dell'aria e dell'ambiente che vanno dalla diffusione di moderne auto a basso impatto, ai sistemi di sharing, dal numero di bici, scooter e monopattini, all'estensione delle piste ciclabili, fino ai provvedimenti per abbattere l'incidentalità. "Questo riconoscimento – ha commentato l'assessora alla Nuova mobilità di Bologna Valentina Orioli – è certamente motivo di orgoglio per il Comune perché vengono riconosciuti gli sforzi dell'Amministrazione per avere una mobilità sempre più sostenibile in città, ma siamo consapevoli che c'è ancora molto da fare ed anche per questo è stato lanciato il progetto “Bologna città 30" che non porterà solo nuovi limiti di velocità ma renderà la città più a misura delle persone con più spazi per muoversi in sicurezza, meno inquinata e rumorosa e sempre più sostenibile".