Centinaia di accessori per le sigarette Iqos sono stati intercettati all’aeroporto di Bologna in una spedizione proveniente da Hong Kong con un corriere espresso, destinati ad un privato della provincia di Siena. Le indagini, informa l’Agenzia delle Dogane, hanno rilevato che la merce, “verificata dal perito come contraffatta, era in realtà destinata ad una tabaccheria pronta per essere commercializzata in violazione della normativa sulla tutela dei diritti di proprietà intellettuale”.


La casistica legata alla contraffazione, accertata al Marconi, “si arricchisce di questa ulteriore fattispecie, a testimonianza dell’ampiezza del fenomeno, ma allo stesso tempo, dell’efficienza dell’operato dei funzionari dell’amministrazione”. Si è proceduto al sequestro, nonché alla trasmissione della notizia di reato alla locale Procura.