Con uno stanziamento di 100mila euro, “aggiunto nel programma dei lavori pubblici e un percorso definito nei tempi per arrivare a stilare il progetto concreto, il Comune di Bologna ha fatto il primo passo per rendere Bologna una #Città30”, ovvero con velocità media di 30 chilometri orari nell’area urbana. A comunicarlo, allegando anche l’atto comunale, sono i protagonisti della campagna ‘Bologna30’ che, un anno e mezzo fa hanno lanciato la campagna per la sicurezza e la riduzione della velocità sulle strade. “Da allora – spiegano – abbiamo raccolto migliaia di firme, fra le quali quelle del Sindaco Matteo Lepore e dell’Assessore alla Mobilità Valentina Orioli, e parlato con ancora più persone per far capire i vantaggi della città30! E’ un piccolo passo che da solo non basta, ne siamo perfettamente coscienti, ma è fondamentale per avviare il processo. Come 30logna non possiamo che essere entusiasti della notizia, ma non ci fermeremo: sappiamo che adesso sempre più cittadini e cittadine vorranno capire i benefici e i vantaggi della città 30 e per questo continueremo a fare informazione e a monitorare i prossimi passi dell’amministrazione, alla quale chiediamo di coinvolgerci nella stesura del programma attuativo”.