Un ragazzo di 21 anni, Giovanni Gandolfi di Crespellano, è morto e altre due persone sono rimaste ferite in un drammatico incidente avvenuto verso le 21 di ieri in località Muffa, nel territorio di Valsamoggia. La vittima era con un’amica in sella a una moto Honda 500 che, per cause da ricostruire, percorrendo la provinciale Valle del Samoggia (in quel tratto di chiama via Cassola), in una curva avrebbe urtato un’auto che proveniva dalla direzione opposta. Non uno scontro frontale ma un urto, appunto, forse del bauletto posteriore della moto con la fiancata della macchina, un Fiat Doblò. Il contatto ha fatto perdere l’equilibrio al motociclista, che è rovinato a terra. Il 21enne, che viveva a Crespellano con la famiglia, è stato soccorso ma ha purtroppo cessato di vivere poco dopo l’arrivo delle ambulanze e dell’elicottero del 118. Nell’incidente è rimasta ferita anche la ragazza che era il passeggero della moto, una 18enne modenese di Savignano sul Panaro. Anche lei sbalzata a terra, è stata portata in ospedale in gravi condizioni. Lievi contusioni, oltre allo choc, per l’uomo di 64 anni, anche lui della zona, che guidava il Fiat Doblò. Su quest’ultimo veicolo viaggiavano anche una donna incinta al sesto mese e una bimba di 3 anni con problemi di salute, medicate sul posto dai sanitari del 118. La dinamica precisa dell’incidente è all’esame dei carabinieri della compagnia di Borgo Panigale, intervenuti per i rilievi.