La fidanzata 16enne lo aveva lasciato, perchè troppo geloso e aggressivo, e lui per tentare di convincerla a tornare insieme si è presentato all'appuntamento con un amico e anche una pistola, con la quale ha minacciato la ragazza. L'episodio, ennessima vicenda di cronaca che coinvolge giovanissimi, è avvenuto ieri in zona Pilastro, alla periferia di Bologna, e si è concluso con l'intervento della polizia che ha denunciato due giovani: l'ex fidanzato 19enne della minore e il suo complice ventenne che gli ha procurato la pistola. A dare l'allarme sono stati alcuni residenti che, dalle finestre di casa, hanno assistito alla lite che si stava consumando in strada. Prima solo grida e qualche insulto, poi è spuntata la pistola così qualcuno ha inviato una segnalazione tramite la app Yuopol, qualcun altro ha chiamato il 113. Gli agenti hanno trovato i tre ragazzini, tutti italiani, ancora sul posto. L'arma -una pistola scacciacani modificata in modo artigianale in modo da poter sparare, con tanto di cartucce- è stata recuperata in una siepe, dove era stata buttata per tentare di farla sparire. Il 19enne aveva invece in tasca 7 grammi di hascisc, che gli sono costati anche una segnalazione alla Prefettura per uso personale, oltre alla denuncia per maltrattamenti alla ex fidanzata. Sia lui che l'amico sono stati denunciati anche per il porto illegale della pistola. La vicenda ha avuto un ulteriore strascico perchè a casa dell'amico ventenne, perquisita dai poliziotti, sono state trovate diverse armi bianche (coltelli, katane e un machete) risultate di proprietà del padre del ragazzo e mai segnalate alle forze dell'ordine. Le armi sono state sqeuestrate e anche il genitore del ragazzo, che ha 46 anni, è stato così denunciato.