Un corso di formazione sulla 'trasformazione digitale', da organizzare con un budget di quasi 100.000 euro. Con questa proposta di lavoro, un impiegato 42enne di San Lazzaro è stato raggirato da due truffatori che, dopo averlo contattato su sito web, gli hanno spillato 6.000 euro. Il denaro non è stato recuperato ma i due, un sedicente intermediario e la sua complice, entrambi quarantenni napoletani, sono stati individuati dai carabinieri e denunciati per truffa. Alla vittima, che aveva pubblicato il proprio curriculum sulla piattaforma, l'intermediario aveva detto che il suo profilo professionale era stato scelto per organizzare un corso di formazione a Milano, per conto di una società terza che si era rivolta a loro per trovare qualcuno in grado di preparare l’evento con un budget di 49.500 euro. Per ottenere la cifra e organizzare il corso, il 42enne avrebbe dovuto versare 3.000 euro a titolo di 'garanzia della continuità di erogazione dei servizi pattuiti.' L’impiegato ha accettato e pagato l'importo richiesto, per poi ricevere una nuova comunicazione nella quale veniva informato che il budget messo a disposizione dalla società committente era raddoppiato, arrivando a 99.000 euro, ma per accelerare i tempi e ottenere la liquidazione sarebbero serviti ulteriori 3.000 euro, sempre come garanzia. Ancora una volta, l'uomo ha acconsentito alla richiesta e pagato, restando poi in attesa del denaro promesso e di una telefonata con i dettagli per organizzare l’evento, che non sono mai arrivati. A quel punto il 42enne si è rivolto ai carabinieri di San Lazzaro che hanno avviato le indagini risalendo agli autori del raggiro.