Perseguita la ex e crea falso profilo social: 60enne arrestato

Non si rassegnava alla fine della relazione e, dopo avere tormentato la ex compagna con scene di gelosia, telefonate e minacce, è arrivato a creare anche un falso profilo social a nome di lei, dove ha pubblicato un video privato che la donna gli aveva inviato in passato. L’uomo, un sessantenne italiano, è stato arrestato dalla polizia per atti persecutori e posto ai domiciliari, con una ordinanza firmata dal Gip di Bologna. A fare partire le indagini che hanno portato alla misura è stata la stessa vittima, una cinquantenne che alcune settimane fa si è rivolta al commissariato Due Torri per denunciare gli episodi di stalking. Secondo quanto ha riferito agli agenti, i due erano stati conviventi per quasi 20 anni, fino a 5 anni fa quando lei aveva deciso di interrompere la relazione.

L’uomo non lo avrebbe accettato iniziando a perseguitarla via telefono e attraverso i social, con un atteggiamento persecutorio che è culminato nella pubblicazione del video sul falso profilo e che ha creato nella donna uno stato di ansia e depressione. Dopo l’attivazione del ‘codice rosso’ per il contrasto alla violenza di genere, la polizia ha condotto tutti gli accertamenti che hanno confermato i racconti della donna e portato all’arresto del sessantenne.