Non c'è pace in via della Pietra: un altro brutto incidente è successo nella strada, a Borgo Panigale, dove poco più di una settimana fa è stato ucciso da un'auto il 53enne Strato Esposito, investito mentre chiacchierava con un amico sul marciapiede. Questa volta l'esito è stato meno drammatico, ma a farsi male è stato ancora un utente debole: erano passate da poco le 8 del mattino quando un ragazzo di 32 anni che percorreva su un monopattino via della Pietra è stato travolto da un furgone Fiat Iveco, che proveniva da via del Faggiolo e immettendosi non avrebbe dato la precedenza al veicolo elettrico. Nell'urto il 32enne è stato sbalzato a terra, restando ferito, per fortuna non in maniera particolarmente grave. E' stato comunque soccorso dal 118 e portato in ospedale. Agli agenti della polizia locale intervenuti per i rilievi, l'autista del furgone avrebbe detto di non avere visto il monopattino arrivare. Questo ennesimo incidente riporta in primo piano il tema della sicurezza sulle nostre strade. In via della Pietra negli ultimi mesi ci sono state modifiche alla viabilità, in conseguenza della chiusura per lavori del vicino Pontelungo, ma il problema principale sembra essere come sempre la velocità con cui le auto sfrecciano. Ne sanno qualcosa i commercianti che lavorano in questa zona.

Per ricordare Strato Esposito, il pedone vittima dell'incidente mortale del 5 giugno scorso, stasera (martedì 14 giugno) è in programma una biciclettata dal titolo 'basta morti in strada', organizzata dall'associazione Salvaciclisti: da piazza XX settembre gli attivisti raggiungeranno via della Pietra per portare un fiore nel luogo dove ha perso la vita il 53enne.