Dopo l'operazione anti-droga della polizia al Pilastro, che ha smantellato una rete di spaccio, si accende il confronto politico. Nell'accertamento della squadra mobile è stata indagata anche la famiglia di via Deledda alla quale, nel gennaio 2020, citofonò il leader della Lega Matteo Salvini. Un gesto che “ha messo a rischio e forse ostacolato le indagini –  ha commentato su Facebook il sindaco Matteo Lepore – è stata una cosa grave e stupida”.