A Bologna il primo caso di “ vaiolo delle scimmie”. A questo punto le domande sono quattro: Di che infezione si tratta ? Come si trasmette ? Quanto è grave ? Come si previene ?    Abbiamo chiesto le risposte alla professoressa Tiziana Lazzarotto, direttrice dell'unità operativa di microbiologia dell'ospedale S.Orsola di Bologna dov'è ricoverato il “paziente zero”.