Tracce d'Infinito" propone una serie di puntate dedicate alla scoperta delle meraviglie del nostro Appennino. Partiamo con due luoghi d'eccellenza a Porretta Terme. Il santuario della Madonna del Ponte conserva al suo interno una venerata immagine cara agli abitanti del luogo quanto alla città la Madonna di San Luca. Una curiosità: da alcuni anni è stata proclamata patrona dei giocatori di Basket e ospita al suo interno un vero e proprio "sacrario dei cestisti". Scopriamo anche la chiesa di Capugnano, sorta lungo l'antica via che portava da Bologna in Toscana, e per questo dedicata a San Michele, patrono dei confini. Lì è conservato, insospettabilmente, il presepe domestico più antico al mondo. Parla Fernando Lanzi. Un grandissimo grazie a BCC Felsinea e Emil Banca Credito Cooperativo che hanno fortemente voluto queste puntate per la promozione del nostro Appennino