Piccolo tour nella vita eremitica e cenobitica sui nostri colli nel primo millennio dell'era cristiana. Partiamo con due siti dalla lunga storia monastica: il cenobio di San Vittore e la chiesa di Santa Maria in Monte, unica superstite del più ampio complesso benedettino che venne abbattuto in epoca napoleonica per realizzare Villa Aldini. Divenuta poi sala per ricevimenti, conserva tuttavia ancora il suo carattere mariano e cristologico. Il cenobio di San Vittore è uno degli edifici sacri più antichi della nostra città, eretto con ogni probabilità quando Bologna era ancora diocesi suffraganea di Milano, da cui la dedicazione a questo santo tipico della liturgia ambrosiana. Ci racconta tutto Elena Trabucchi, di Confguide, mentre ci accompagna la voce cantante di Roberta Garulli. Grazie per la gentile disponibilità al Settore Cultura e creatività del Comune di Bologna, e a Wojciech Przeklasa, presidente degli "Amici di San Vittore".