I muri delle scuole Marconi di Via Laura Bassi Veratti a Bologna sono stati imbrattati nella notte con scritte no vax. Immediata la condanna del presidente del Quartiere Santo Stefano Rosa Amorevole, che oltre a pubblicare sulla sua pagina Fcaebook le foto del vandalismo, usa parole dure nei confronti degli autori: “Il Quartiere Santo Stefano condanna con forza il grave gesto”, scrive la Amorevole, che poi non usa mezzi termini: “In Italia la Costituzione sancisce la libertà delle proprie opinioni, ma questo gesto rappresenta soltanto un grave atto vandalico perpetrato ai danni di una scuola, luogo di cultura in cui bambine e bambine apprendono anche il rispetto per gli altri e il rispetto dei beni comuni. Rispetto che forse è mancato agli autori di questo scempio. Ho avuto assicurazione dall’Assessore Simone Borsari – prosegue il presidente del quartiere Santo Stefano – che i tecnici del Comune di Bologna sono al lavoro per organizzare nel più breve tempo possibile la rimozione delle scritte in un edificio, tra l’altro, vincolato dalla Sovrintendenza. Le forze dell’ordine sono al lavoro per ricercare gli autori di questo scempio”, conclude la Amorevole.